Amrita edizioni ha dedicato diverse pubblicazioni al Buddismo, dalle pratiche di meditazione, alla compassione, alla reincarnazione. Il Buddismo insegna ad aprire il cuore e la mente e a trovare una felicità autentica e duratura attingendo alle proprie risorse interiori, uno dei motivi per cui muove l’interesse di persone in ogni angolo di mondo.

Proprio un mese fa ci ha lasciato Thich Nhat Hanh, il monaco zen da tutti considerato il padre della mindfulness, che ha insegnato all’Occidente la consapevolezza attraverso la semplicità dello zen.

 

«Quando mangi mangia, quando cammini cammina, quando mediti medita, senza lasciare che la mente vada tra i ricordi del passato o le aspettative del futuro. Mente e corpo sono concentrati in ogni atto. La pratica è in ogni momento della giornata, non solo quando si è seduti sul cuscino. Bastano tre respiri così il tempo si dilata, la mente si placa un po’ e si risveglia al momento presente, portando pace», diceva ai suoi discepoli. Il suo è stato un buddismo impegnato per portare pace, giustizia nel mondo, per l’ambiente. Di fronte ai drammi dell’umanità si rivolgeva, attraverso uno sguardo interiore, a ciò che ognuno di noi porta nel mondo, invitandoci a fermarci per osservare cosa non va e prenderci cura delle cose positive dentro di noi. 

Un’azione pratica e concreta, per nulla ideologica, che ha sempre applicato nel corso della sua vita, con una grande fiducia nell'umanità e nella capacità umana della compassione, sentimento fondamentale del buddismo per comprendere e amare. 

Thich Nhat Hanh incarna appieno i pilastri fondamentali del buddismo, una delle religioni più antiche e diffuse nel mondo. Oggi è praticato da centinaia di milioni di persone in ogni angolo della terra, dal Tibet agli Stati Uniti passando per l’Europa. 

Sono vari i libri dedicati al buddismo che Amrita Edizioni ha pubblicato e che consentono di approfondire e conoscere vie pratiche per sperimentare la meditazione, la coltivazione delle virtù, tra le quali l’amore, la compassione, la gioia e l’equanimità. Ma anche approcciare temi come la reincarnazione o la storia del Dalai Lama. 

Un viaggio tra libri che provano a dare una visione più chiara di cosa sia realmente il buddismo e del perché in tanti decidano di avvicinarsi ad esso. La nostra società sovraccarica di stimoli ci induce a cercare felicità all’esterno e alla conseguente dipendenza da qualcuno o qualcosa. Il buddismo insegna a trovare una felicità autentica e duratura attingendo alle nostre risorse interiori, restando gioiosi, compassionevoli e amorevoli. 

La pratica della meditazione può essere molto utile in tal senso e facile anche da accostare, indipendentemente dalle proprie convinzioni religiose o filosofiche. Esperti in neuroscienze e scienze cognitive e comportamentali insieme al Dalai Lama si confrontano per capire se le pratiche che il buddismo propone possano avere solidi fondamenti scientifici e se la scienza possa partire da presupposti buddisti per nuove indagini. Tutto questo per gettare nuova luce sulla natura della mente umana. 

Insegnamenti concisi, intrisi di saggezza, su come vi sia un duplice livello di comprensione della verità e come si possa scoprire la propria vera natura praticando l’etica, la meditazione e la via della saggezza. Aprire la mente e il cuore sono due dei punti chiave alla base del Buddismo, utili in un mondo dove ignoranza, sofferenza e incomprensione rischiano di travolgerci quotidianamente. 

Comments (0)

Argomenti

Autori

Product added to wishlist