In offerta Liberarsi dalle corazze. MLC: alla ricerca del CORPO perduto Espandi

Liberarsi dalle corazze

MLC: alla ricerca del CORPO perduto
Marie Lise Labonté

281

Novità!

«Una corazza è un sistema di difesa che innalziamo, perlopiù inconsciamente, per difenderci da un’aggressione, sia essa fisica o psicologica, reale o solo percepita. La corazza si presenta sia sul piano fisico (tensioni, contrazioni muscolari e chiusura delle articolazioni) che sul piano emotivo e psichico: un meccanismo naturale e necessario per la nostra sopravvivenza. Col passare del tempo, però, le corazze possono consolidarsi, “indurirsi” e diventare parte integrante della nostra personalità come del nostro corpo, intralciandoci come una pesante armatura portata in tempo di pace.

Nel corso della vita, fin dall’infanzia, le corazze si accumulano, stratificandosi, e non ci accorgiamo nemmeno più di trascinarcele addosso perennemente. La psicanalisi o la psicoterapia aiutano a identificare con le parole l’origine di un blocco, ma ciò non basta ad eliminare le memorie “registrate” nel corpo: solo un approccio psico-corporeo potrà dare adito a questa liberazione».

Come “leggere” un corpo per scoprire le corazze che lo avvolgono, fatte di tensioni ed emozioni inscritte nella memoria muscolare, e come liberarsene partendo dai movimenti del corpo: questo è MLC®, il Metodo di Liberazione dalle Corazze.

Maggiori dettagli

13,60 €

tasse incl.

16,00 € tasse incl.

-15%

Promo attive

  • 15% di sconto su tutto il catalogo
  • Scegli un libro in omaggio ogni 30 euro spesi
  • Raccogli punti ad ogni acquisto e trasformali in sconti

Scarica il catalogo

 

Marie Lise Labonté, psicoterapeuta canadese, ha dato forma al MLC® per esperienza diretta, autoguarendosi da una malattia degenerativa. I suoi “movimenti di risveglio corporeo” lavorano sui muscoli a varie profondità, liberando oltre alle tensioni fisiche anche le immagini inconsce negative della corrispondente “corazza emotiva”.

Ringraziamenti 
Prefazione 

Cap. 1 - Il “cuore” del corpo

Prima parte - Perdere il corpo 

Cap. 2 - Il corpo perduto
Cap. 3 - Il corpo blindato
La corazza fisica
La corazza affettiva

Seconda parte - Le corazze 

Cap. 4 - Anatomia di una corazza
Cap. 5 - Le corazze di base
La corazza fondamentale: la pulsione di morte
La corazza della disperazione: il corpo malato
La corazza del non-amato: il corpo maltrattato
La corazza protettiva: il corpo costruito
Cap. 6 - Le corazze di identificazione
La corazza parentale: il corpo dei genitori
La corazza di appartenenza: il corpo del gruppo
La corazza narcisistica: un “bel corpo”
La corazza sociale: il corpo conforme

Terza parte - Il corpo ritrovato 

Cap. 7 - Ritrovare il proprio corpo
Cap. 8 - La liberazione
MLC®: il metodo
Anatomia del corpo liberato
Cap. 9 - Il corpo ritrovato
Il corpo abitato: il corpo dei nostri bisogni
Il corpo liberato: il corpo dei desideri
Il corpo vissuto: il corpo del nostro amore
Il corpo vivo: il corpo della nostra trasparenza
Il corpo universale: il corpo dell’anima
Cap. 10 - Com’è andata a finire?
Andréa e la corazza fondamentale:
  la pulsione di morte

Paul e la corazza della disperazione
  il corpo malato

Sylvia e la corazza della non-amata:
 il corpo maltrattato

Patrick e la corazza protettiva:
  il corpo costruito

Alexandre e la corazza parentale:
  il corpo dei genitori

Eloïse e la corazza di appartenenza:
  il corpo del gruppo

Fran|oise e la corazza narcisistica:

Liberarsi dalle corazze

Eccoti un assaggio di questo libro: leggi online le prime pagine

Inizia a leggere... (347.51k)
ISBN:9788896865194
Pagine:176 pp.
Collana:Ben-essere
Inserti a colori:Non presenti
Copertina:Plastificata, quadricromia
Dimensioni:14 x 20,5 cm
Rilegatura:Brossura
Titolo originale dell'opera:Au coeur de notre corps
Traduzione di:Elena Primiani
Anno di pubblicazione presso le Edizioni Amrita:2013
Tipo di prodottoLibri
Argomenti trattati nella collana:Terapie, trattamenti, tecniche

Argomenti

Autori

I libri che pubblichiamo sono il nostro contributo ad un mondo che sta emergendo, basato sulla cooperazione piuttosto che sulla competitività, sull’affermazione dello spirito umano piuttosto che sul dubbio del proprio valore, e sulla certezza che esiste una connessione fra tutti gli individui.

Il nostro fine è di toccare quante più vite è possibile con un messaggio di speranza in un mondo migliore.